Indirizzi IP dedicati con ActiveCampaign

Un indirizzo IP (indirizzo Internet Protocol) è costituito da una stringa univoca di numeri separati da punti e fornisce un'identità (si pensi a un indirizzo fisico o una posizione univoca) a un dispositivo in rete, ad esempio un computer. Gli indirizzi IP consentono ai dispositivi di comunicare tra loro tramite Internet.

In ActiveCampaign, la maggior parte dei nostri clienti utilizza un pool IP condiviso per inviare le loro email. Un pool IP condiviso è costituito da più mittenti che trasmettono i messaggi sullo stesso percorso di invio. La maggior parte degli utenti di ActiveCampaign traggono vantaggio dall'utilizzo dei nostri IP condivisi predefiniti. Questi IP hanno una reputazione eccellente e di lunga data con tutti i principali fornitori di posta in arrivo e sono estremamente caldi. 

Se si dispone di un elenco di almeno 100.000 contatti a cui si inviano regolarmente email, è possibile trarre vantaggio dall'utilizzo di un indirizzo IP dedicato. Tuttavia, è importante notare che il semplice utilizzo di un IP dedicato non migliorerà la tua deliverability: a volte può aiutare e talvolta può far male. 

Vantaggi e svantaggi di un indirizzo IP condiviso

I vantaggi di un indirizzo IP condiviso includono:

1) I nostri IP condivisi sono caldi

I nostri IP condivisi hanno già attraversato un processo di riscaldamento e sono tenuti al caldo. I mittenti a volume inferiore e le piccole imprese utilizzano IP condivisi per trasmettere bulk email ai loro contatti con consenso esplicito. Gli indirizzi IP richiedono un notevole numero di volume coerente inviato su di loro per tenerli al caldo. Quando gli indirizzi IP non trasmettono messaggi per un certo periodo di tempo o se si verificano grandi fluttuazioni di volume, i provider di cassette postali diventeranno sospettosi dell'invio di traffico tramite questi indirizzi IP. Il nostro team di deliverability gestisce il volume bilanciando e monitorando i nostri pool IP condivisi. Ciò significa che non devi preoccuparti di mantenere un volume di invio coerente per mantenere l'IP caldo. Ad esempio, se in genere si inviano solo 2 messaggi al mese, un indirizzo IP condiviso sarebbe ideale per le proprie esigenze. Un IP dedicato non sarebbe raccomandato in questa situazione perché non sarebbe in grado di fornire traffico sufficiente per mantenerlo caldo.

 

2) Facile da saltare direttamente

I nostri IP sono già caldi e stanno trasmettendo un volume sufficiente di email. Ciò significa che puoi iscriverti alla piattaforma e iniziare a inviare le tue campagne non appena sei pronto, senza dover riscaldare il tuo IP (una certa quantità di riscaldamento è ancora consigliata per la reputazione del dominio, ma questo è significativamente meno rigoroso del riscaldamento IP).

Gli svantaggi di un indirizzo IP condiviso includono:

1) Reputazione IP condivisa con altri mittenti

Mentre la reputazione IP non è così impattante come una volta (i provider di cassette postali sono molto più concentrati sulla reputazione di dominio individuale ora), si può ancora vedere fluttuazioni nella consegna come si sta condividendo il vostro IP con altri mittenti. Ad esempio, è sempre possibile che un altro utente di ActiveCampaign che condivide il tuo IP possa commettere un errore onesto e inviare email alla lista sbagliata, causando un picco di reclami e persino un blocco. ActiveCampaign ha un sofisticato sistema di back-end che impedisce che ciò accada il più possibile, ma c'è sempre un piccolo rischio di avere una certa volatilità con la reputazione IP condivisa.

 

2) Informazioni diluite sulla tua reputazione di invio

Mentre strumenti come Google Postmaster e Microsoft SNDS possono darti alcune grandi informazioni sul tuo invio, questi report includeranno altri mittenti sul tuo IP, dandoti informazioni fangose sulle tue prestazioni.

Vantaggi e svantaggi di un indirizzo IP dedicato

I vantaggi di un indirizzo IP dedicato includono:

1) Controllo completo sulla reputazione di invio

Per un mittente ad alto volume che desidera rimuovere tutte le possibili variabili, avere il controllo completo sulla reputazione di invio è una buona cosa. Significa che se stai inviando posta coinvolgente a elenchi attivi di contatti opt-in, svilupperai una reputazione del mittente molto forte e non c'è nessun altro che condivide il tuo IP che possa influenzarlo.

2) I messaggi vengono inviati più velocemente 

Con un indirizzo IP dedicato, non si condivide lo spazio/velocità effettiva della coda con altri mittenti. Ciò significa che se Gmail ci consente di inviare 10.000 messaggi al minuto su un IP, ottieni il 100% di tale limite, rispetto alla condivisione con qualcun altro, e in genere vedrai tempi di consegna più rapidi.

3) Più scalabile 

Se si prevede una crescita sostanziale con contatti opt-in o volume di invio, possiamo aggiungere più indirizzi IP al tuo account per accogliere tale crescita di volume, circa 1 IP per ogni 500k nei messaggi inviati al giorno. Un tipico mittente ad alto volume in ActiveCampaign può utilizzare 3-4 IP in uno stile round-robin.

Gli svantaggi di un indirizzo IP dedicato includono:

1) La reputazione dipende da te 

Se si commette un errore con un IP dedicato,  il male sarà molto più drastico che con un IP condiviso. Questo perché non ci sono altri mittenti sullo stesso IP che sosendo la reputazione del mittente. Se i tuoi tassi di apertura stavano scivolando a causa di contatti non impegnati o di un elenco obsoleto, questo slittamento accelererà su un IP dedicato poiché sei l'unico mittente che trasmette messaggi.

2) Devi mantenere caldo l'IP dedicato

Questo richiede un po' di lavoro. Siamo in grado di fornire un IP pre-riscaldato all'inizio, ma è altrettanto importante per voi per tenerlo caldo—questo significa mantenere il volume il più coerente possibile (ignorando i picchi di vacanza, ecc). Se non mantieni il tuo indirizzo IP caldo, questo porterà a un soft reset della reputazione da parte dei provider di posta e richiederà un altro periodo di riscaldamento. Se si interrompe l'invio per un paio di settimane, l'IP andrà quasi completamente freddo e la consegna soffrirà. Se non invii spesso, un IP dedicato non è adatto a te.

Abbiamo un articolo di aiuto sull'utilizzo e la manutenzione di un indirizzo IP dedicato.

Requisiti per un indirizzo IP dedicato

Per acquisire un indirizzo IP dedicato, è necessario disporre di almeno 100.000 contatti attivi, con l'opt-in e impegnati a cui si invierà regolarmente. È possibile avere un IP dedicato su qualsiasi livello di piano. L'impostazione dell'autenticazione su un IP dedicato è facoltativa ma consigliata.

Un indirizzo IP dedicato non è per tutti. Il motivo per cui abbiamo bisogno di 100.000 contatti attivi e impegnati è che è necessario "mantenere gli IP caldi" con volume sufficiente, frequenza di invio e segnali positivi dai contatti.

I mittenti su un IP dedicato con elenchi più piccoli in genere hanno una deliverability peggiore . La maggior parte degli utenti di ActiveCampaign avrà una migliore eronabilità sugli IP condivisi e, per la maggior parte, intendiamo il 99% di essi.

Tuttavia, se sei un mittente ad alto volume, un IP dedicato potrebbe essere il passo successivo per massimizzare i tassi di consegna e di posta in arrivo.

Se sei interessato a utilizzare un indirizzo IP dedicato, invia la richiesta al nostro team di supporto. Ogni IP dedicato costa 750 dollari.

Opzioni per iniziare con un indirizzo IP dedicato

Tutti gli indirizzi IP devono essere riscaldati prima di poter essere utilizzati. Se scegli di andare avanti con un IP dedicato, ti daremo alcune opzioni per iniziare e aiutarti a guadagnare la fiducia di importanti caselle di posta in arrivo come Gmail, mostrando loro che questo IP sta inviando posta attendibile e ricercata.

Ci sono due opzioni per riscaldare l'IP:

Opzione 1 (consigliata): IP preriscaldati

Siamo in grado di fornire un IP pre-riscaldato che è in grado di inviare circa 100k messaggi al giorno. Probabilmente, sarà ancora necessario fare qualche riscaldamento aggiuntivo oltre questo punto se si prevede di inviare più di 100k / giorno. I nostri IP pre-riscaldati ti faranno partire il più velocemente possibile perché abbiamo’ve già fatto un sacco di duro lavoro per voi riscaldando l'IP da zero.

Abbiamo un articolo di aiuto dettagliato su come andare avanti con un IP preriscaldato. 

Opzione 2: IP freddi

Se lo si desidera, si può chiedere un IP freddo e riscaldare da soli. Tenere presente che questo processo è più soggetto a errori. Se non si riscalda correttamente l'IP freddo, la reputazione può sgretolarsi.

Il piano di riscaldamento per un IP freddo dipenderà dalle dimensioni e dalla composizione della tua lista, ma ecco un boilerplate che puoi usare come punto di partenza:

  • Giorno 1: 50 Messaggi
  • Giorno 2: 100 Messaggi
  • Giorno 3: 500 Messaggi
  • Giorno 4: 1.000 Messaggi
  • Giorno 5: 5.000 Messaggi
  • Giorno 6: 10.000 Messaggi
  • Giorno 7: 25.000 Messaggi
  • Settimana 2: 50.000 messaggi al giorno
  • Settimana 3: 75.000 messaggi al giorno
  • Settimana 4: 100.000 messaggi al giorno
  • Doppio volume ogni settimana dopo

Tieni presente che la pianificazione del riscaldamento dipende dalla velocità effettiva dei messaggi, dalla cadenza di invio e dalla quantità di tempo che puoi riscaldare senza troppe interruzioni per l'azienda. Se ti stai spostando da un'altra piattaforma, potrebbe essere prudente dividere l'elenco tra i due servizi per riscaldare il tuo IP con tempi di inattività minimi nei tuoi sforzi di marketing.

È molto importante non infrangere questi limiti. Se si inviano troppe email troppo rapidamente sul vostro IP dedicato, può avere effetti negativi a lungo termine sulla reputazione IP che possono richiedere mesi per correggere. Durante questo periodo di riscaldamento, è fondamentale inviare ai tuoi contatti più impegnati, soprattutto durante la settimana 1. Questo assicura che il tuo IP s scendere con il piede giusto.

Clicca qui per ulteriori suggerimenti su come riscaldare il tuo invio.

Questo articolo ti è stato utile?
Utenti che ritengono sia utile: 7 su 10

Have more questions? Submit a request

Start free trial