Protezione della privacy di ActiveCampaign e della posta elettronica di Apple iOS 15

Per saperne di più sull'aggiornamento di Apple iOS 15 Mail Privacy Protection e sulle sue conseguenze.

Che cos'è la protezione della privacy della posta?

Mail Privacy Protection (MPP) è una delle impostazioni di privacy disponibili per tutti gli utenti di Apple Mail che utilizzano iOS 15, iPadOS 15, macOS Monterey e watchOS8.

Gli utenti che avviano l'app Mail sul proprio dispositivo possono scegliere di aderire a questa impostazione della privacy. Una volta effettuata l'iscrizione, l'applicazione Mail del dispositivo maschera l'indirizzo IP e blocca il tracciamento delle aperture delle e-mail e di altri dati IP da parte di terzi. L'impostazione della privacy è valida per ogni dispositivo.

Qual è l'impatto della Mail Privacy Protection?

L'applicazione Apple Mail riporta tassi di apertura dei messaggi di posta elettronica del 100% per i contatti che hanno attivato l'MPP. Questo perché MPP apre tutte le e-mail che un contatto riceve, indipendentemente dal suo comportamento.

Dal momento che ogni e-mail viene aperta automaticamente, non si può più fare affidamento sulle aperture delle e-mail come indicatore chiave di performance (KPI). Ciò significa anche che qualsiasi azione utilizzata nel vostro account ActiveCampaign che si basa sul monitoraggio delle aperture può essere influenzata.

Come tracciamo le aperture delle e-mail

In tutto il settore e su qualsiasi piattaforma che tenga traccia del tasso di apertura, tutti i marketer riceveranno un report sul tasso di apertura del 100% delle e-mail per i contatti che utilizzano l'app Apple Mail con MPP abilitato. Queste sono considerate aperture "false".

La nostra piattaforma è in grado di distinguere le aperture delle MPP tra tutte le aperture delle e-mail. Con il passaggio da Apple alla fine dello scorso anno, abbiamo deciso inizialmente di filtrare le aperture MPP per garantire l'accuratezza dell'apertura. Dopo aver ascoltato il feedback dei clienti e valutato le risposte del mercato, a partire dal 9 agosto 2022 introdurremo una modifica per includere le Aperture MPP nel nostro normale reporting aperto.

Questa modifica riguarderà solo Open Reporting e non sarà applicata ad altre aree come Automazioni e Segmentazione, per le quali stiamo valutando altre modalità di supporto. Per maggiori dettagli sulle modifiche apportate, consultare le sezioni seguenti.

Come accadeva prima dell'aggiornamento di cui sopra, se un contatto che utilizza l'app Apple Mail con l'MPP abilitato fa clic su un link nella vostra e-mail, ne terremo traccia e registreremo un'apertura. Il motivo è che se un contatto fa clic su un link nell'e-mail, allora l'ha anche aperta. Scoprite come ActiveCampaign tiene traccia delle aperture delle e-mail.

Sebbene stiamo monitorando attivamente il feedback dei clienti in merito, non sono state apportate modifiche per includere gli Apple MPP Opens come eventi di attivazione per le automazioni con gli aggiornamenti di agosto.

Se un contatto apre la vostra e-mail dall'app Apple Mail con MPP abilitato, non verrà aggiunto a nessuna automazione che utilizza il trigger "Apre/lettura e-mail".

Inoltre, quando si segmenta in base alla condizione "Ha aperto", un contatto con un MPP aperto sarà trattato come se non avesse aperto. Allo stesso modo, la condizione "Non ha aperto" sarà considerata vera per quel contatto. Ciò influisce sulle seguenti funzioni:

  • Segmentazione avanzata all'interno di un trigger iniziale
  • Obiettivi
  • Forchette If/Else
  • Attese condizionate
  • Azioni divise

Tuttavia, se un contatto che utilizza l'app Apple Mail con MPP abilitato fa clic su un link nella vostra e-mail, ne terremo traccia e registreremo un'apertura. In questo modo soddisfano i criteri di attivazione o di azione dell'automazione.

La funzione "Reinvia una campagna

La funzione "Reinvio di una campagna" consente di reinviare la campagna nei seguenti modi:

  • Creare una nuova campagna basata su questa campagna
  • Inviare a nuovi contatti dopo l'invio dell'e-mail originale
  • Inviare ai contatti che non hanno letto/aperto questa campagna

Per l'opzione "Invia ai contatti che non hanno letto/aperto questa campagna", tutti i contatti che utilizzano l'app Apple Mail con MPP abilitato saranno esclusi dal reinvio della campagna.

Strumento di gestione del coinvolgimento

Lo strumento di gestione dell'impegno consente di rimuovere tutti i contatti "non impegnati" in assoluto o tutti i contatti "non impegnati" da un momento specifico. I contatti non coinvolti sono quelli che non aprono o non cliccano sui link delle vostre e-mail.

Questo strumento non rimuoverà i contatti che utilizzano l'app Apple Mail con MPP abilitato.

Invio predittivo

Con gli aggiornamenti di agosto 2022, l'invio predittivo includerà i dati aperti MPP per decidere quando inviare le e-mail.

L'invio predittivo utilizza un algoritmo di apprendimento automatico per calcolare quando inviare un'e-mail a un contatto specifico in base ai suoi precedenti impegni. La maggior parte degli impegni si basa sulle aperture delle e-mail e sui clic sui link per identificare il momento ottimale per l'invio di un'e-mail.

Le aperture provenienti dal traffico di Apple Mail con MPP abilitato saranno escluse dal set di dati di apprendimento automatico. Ciò significa che l'invio predittivo sarà meno accurato per i contatti se tutte le loro interazioni con le e-mail avvengono su un dispositivo abilitato MPP. In questo caso, selezioneremo una finestra di invio casuale in base agli orari di picco di coinvolgimento noti del nostro modello.

Segnalazione

Con il rilascio della modifica il 9 agosto 2022, i rapporti di apertura per le campagne inviate dopo questa data rifletteranno ora le aperture verificate e le aperture MPP. Inoltre, nei prossimi giorni rilasceremo un aggiornamento del nostro Open Reporting che includerà la possibilità di filtrare i vostri Open Report per includere o escludere le aperture di MPP come ritenete opportuno.

Per quanto riguarda i rapporti aperti esistenti oggi (per le campagne inviate prima del 9 agosto 2022), essi rimarranno invariati. Stiamo lavorando attivamente a un processo per rendere disponibili i dati aperti di MPP per questi rapporti; tuttavia, vogliamo essere estremamente scrupolosi in ogni attività in cui modifichiamo i dati esistenti per i nostri clienti. Vi preghiamo di essere pazienti mentre elaboriamo un piano di rilascio e una strategia per questo cambiamento.

Tuttavia, come accadeva prima dell'aggiornamento di cui sopra, se un contatto che utilizza l'app Apple Mail con MPP abilitato fa clic su un link nella vostra e-mail, ne terremo traccia e registreremo un'apertura. Il motivo è che se un contatto fa clic su un link nell'e-mail, allora l'ha anche aperta.

Cosa significano le modifiche del 9 agosto per il mio reporting?

Ciò significa che potete aspettarvi un aumento dei tassi di apertura, come indicato dal nostro Open Reporting per le campagne inviate oltre questa data. Come già accennato, tenete gli occhi aperti per ulteriori aggiornamenti che consentano di identificare sul rapporto quali aperture sono state identificate come aperture MPP o aperture verificate.

Inoltre, invieremo aggiornamenti su eventuali modifiche ai rapporti esistenti non appena ne avremo notizia.

Le migliori pratiche per il futuro

L'e-mail è ancora una parte preziosa e redditizia del ciclo di vita complessivo del cliente. La strada migliore per misurare l'engagement è quella di affidarsi ai clic sui link delle e-mail, ai dati di prima parte e di avere in mente un obiettivo finale. Disporre di dati corretti vi aiuterà a prendere decisioni migliori, a capire cosa interessa ai vostri clienti e a costruire relazioni più solide con loro.

Creare nuove linee di base: concentrarsi sui clic sui link delle e-mail

I clic sui link delle e-mail sono una metrica significativa, perché sono attivabili, misurano il coinvolgimento e possono portare a maggiori conversioni. Le e-mail con un alto numero di clic possono indicare che la vostra e-mail è stata coinvolgente e di valore. Dovrete assicurarvi che le vostre e-mail contengano chiamate all'azione (CTA) chiare e allettanti, che spingano i contatti a compiere l'azione successiva nel loro percorso verso il cliente.

Raccogliere e memorizzare dati di prima parte

È possibile raccogliere e archiviare dati di prima parte nel proprio account ActiveCampaign. Alcuni di questi dati possono includere:

  • Identificazione delle visite al sito web con il Site Tracking
  • Raccolta di indirizzi e-mail o di dati aggiuntivi forniti da un contatto quando invia un modulo.
  • Un acquisto effettuato sul vostro sito

Dovrete identificare il maggior numero possibile di opportunità per tracciare i dati di prima parte. Utilizzate quindi questi dati e i clic sui link per capire quali sono i fattori che determinano l'engagement e il rendimento complessivo della vostra strategia di marketing.

Seguire il percorso verso l'obiettivo finale

Cosa volete ottenere con l'email marketing? Volete convertire un lead in un cliente?

Volete che un contatto compia un'azione specifica sul vostro sito?

Il coinvolgimento di successo non si esaurisce con l'apertura di un'e-mail. Avviene nel punto di conversione. Se avete più punti di conversione, identificate quali sono, imparate a misurarli e misurateli nel tempo.

Mail Privacy Protection influisce su altri client di posta elettronica come Outlook o Gmail?

No, non lo farà. Questo vale solo per i contatti che utilizzano un dispositivo Apple con iOS 15 con MPP abilitato.

I contatti che utilizzano un dispositivo Apple con iOS 15 devono aderire attivamente all'MPP.

Risorse

Ecco alcune risorse aggiuntive per saperne di più sulla protezione della privacy della posta:

Aggiornamenti Apple iOS 15: Cosa c'è da sapere e come vi supporta ActiveCampaign

Pensare oltre le aperture delle e-mail: 10 automazioni per il coinvolgimento dei clienti da utilizzare subito

 

Questo articolo ti è stato utile?
Utenti che ritengono sia utile: 27 su 30

Have more questions? Submit a request

Start free trial