Come ridurre un elevato tasso di reclami per spam

Marketing_Lite_Plus_Professional_Enterprise

Quando invii email ai contatti, potresti ricevere alcuni reclami di spam. Questi reclami possono danneggiare la reputazione del mittente, i tassi di recapito o persino farti bloccare dagli ISP.

Che cos'è un tasso di reclami per spam?

Un tasso di reclami per spam è il numero di persone che hanno segnalato email come spam sul numero totale di messaggi che hai inviato. Ad esempio, se invii 5.000 messaggi e 5 persone li contrassegnano come spam, il tuo tasso di spam è dello 0,1% (5/5.000).

Cosa è considerato un alto tasso di reclami per spam?

Il tasso di reclami di spam standard accettabile dal settore è inferiore allo 0,1% o 1 reclamo ogni 1.000 messaggi inviati. Qualsiasi cosa al di sopra di questo livello è considerata alta. Questo è lo standard del settore stabilito dai principali provider di posta in arrivo come Gmail.

Come viene segnalato lo spam?

I due modi più comuni in cui i contatti possono segnalare le email come spam sono:

  1. Fanno clic sul link o sul pulsante "questo è spam" o "segnala spam" nella loro casella di posta in arrivo.
    Non appena si fa clic su questo pulsante, viene segnalato direttamente a noi tramite cicli di feedback che abbiamo stabilito con tutti i principali fornitori di posta in arrivo. In generale, i contatti che segnalano spam in questo modo verranno cancellati dalla tua lista. Non è possibile vedere quali contatti hanno utilizzato questo metodo.
  2. Fanno clic sul link per annullare l'iscrizione nativo e quindi contrassegnano il motivo dell'annullamento dell'iscrizione come "Spam".
    Puoi visualizzare il report di annullamento dell'iscrizione in base all'email di campagna/automazione per vedere quali contatti hanno segnalato la tua email come spam utilizzando questo metodo.

Tieni presente che le email contrassegnate involontariamente come spam vengono conteggiate ai fini del tasso di spam.

Tieni inoltre presente che non tutti i provider di cassette postali condividono questo tipo di informazioni con il mittente, il che significa che il tasso effettivo di reclami per spam potrebbe essere superiore a quanto pensi.

In che modo un alto tasso di reclami per spam influisce sul mittente dell'email

Un elevato tasso di reclami per spam comporta problemi di recapito a lungo termine che possono richiedere mesi per essere corretti. I fornitori di email come Gmail presteranno molta attenzione al tasso di reclami per spam negli ultimi 30-60 giorni. Una volta che hai un alto tasso di reclami, possono essere necessari almeno 30-60 giorni per ripararlo.

Se il tuo account ha un alto tasso di reclami per spam, i nostri team di recapito e conformità sottoporranno il tuo account a revisione e ti invieranno una notifica via email. Questa email verrà inviata all'indirizzo email indicato nel campo "Email di notifica" nella pagina Account Impostazioni personali informazioni sull'account. Nella notifica, ci saranno una serie di domande a cui rispondere che ci aiuteranno a capire perché il tasso di reclami per spam è alto. Inoltre, ti forniremo le azioni da intraprendere per correggere il problema. Non sarai in grado di inviare email durante questo periodo. Una volta ricevuta la tua risposta e visto che hai intrapreso le azioni che ti sono state richieste, sarai in grado di utilizzare il tuo account per inviare nuovamente email.

Avendo un alto tasso di reclami per spam, rischi che il tuo account venga sospeso, poiché le nostre Condizioni di servizio vietano l'invio di email a destinatari che non lo hanno richiesto. Potresti anche voler rivedere la nostra Policy d'uso accettabile prima di utilizzare il nostro servizio per inviare email.

Best practice per evitare un elevato tasso di reclami per spam

Se segui le best practice riportate di seguito, dovresti essere in grado di ottenere un tasso di reclami per spam vicino allo 0%:

  • Invia solo ai contatti che hanno esplicitamente aderito negli ultimi 12 mesi. Pulisci i contatti dalla tua lista che non hanno aderito di recente. Questi contatti più vecchi rappresentano la maggior parte dei reclami di spam. Idealmente, non dovresti inviare a nessuno che non abbia aderito o aperto negli ultimi 3 mesi. Puoi utilizzare il nostro strumento di gestione del coinvolgimento o le nostre automazioni di tagging di coinvolgimento per farlo.
  • Abilita l'email di conferma (doppio opt-in) sui tuoi moduli e/o aggiungi captcha. In questo modo si assicura che solo gli indirizzi validi vengano aggiunti alle liste, non il traffico dei bot.
  • Non utilizzare co-registrazione, 3rd party o liste scambiate di alcun tipo. Questa è una violazione della nostra Policy d'uso accettabile (AUP) e delle Condizioni di servizio (ToS).
  • Mostra un ulteriore link per annullare l'iscrizione in una posizione prominente, da qualche parte vicino alla parte superiore dell'email. In questo modo si spinge i contatti verso l'annullamento dell'iscrizione dall'elenco anziché contrassegnare il messaggio come posta indesiderata. Un annullamento dell'iscrizione non danneggerà la tua deliverability, ma un reclamo per spam sì. È molto meglio avere qualcuno che annulla l'iscrizione invece di contrassegnare come spam.
  • Aggiungi una nota in cima al messaggio che indica come sono stati aggiunti alla tua lista, c'è sempre la possibilità che i tuoi contatti dimentichino di essersi iscritti alla tua lista. Se ciò accade, potrebbero semplicemente contrassegnarti come spam. Una nota in cima alla tua email ti aiuterà a ricordare ai tuoi contatti come sono entrati nella tua lista e perché stanno ricevendo le tue email.
  • Invia un messaggio di benvenuto o una sequenza di messaggi di onboarding dopo che i contatti si sono registrati in modo che abbiano familiarità con l'aspetto del tuo marchio e siano consapevoli di ciò che invierai loro. In questo modo non saranno sorpresi quando riceveranno messaggi futuri da te e saranno meno propensi a contrassegnare le tue email come spam. Se aspetti giorni, settimane o mesi prima di inviare un messaggio a un contatto dopo la registrazione, aumenta la possibilità che venga contrassegnato come spam.
  • Assicurati che le tue email provengano dallo stesso dominio in cui si sono registrati i contatti e assicurati che l'email abbia lo stesso identico branding. Assicurati inoltre che il nome "Da" per la tua campagna sia strettamente allineato al branding della pagina in cui si sono registrati i contatti.
  • Invia messaggi di automazione pertinenti e personalizzati, non campagne batch e blast a elenchi di grandi dimensioni.
Questo articolo ti è stato utile?
Utenti che ritengono sia utile: 56 su 65