Dopo aver fatto clic su Invia, quanto velocemente le email raggiungeranno la posta in arrivo?

Marketing_Lite_Plus_Professional_Enterprise

In ActiveCampaign, siamo orgogliosi di offrire tempi di consegna rapidi con le tue email. Siamo in grado di farlo gestendo la tua campagna e gli invii di email attraverso i nostri IP e server, piuttosto che affidarci a un servizio di 3rd party per gestire l'invio per noi. Questo ci consente di accedere immediatamente ai registri dettagliati di bounce e invio. Tuttavia, ci sono alcuni fattori che possono influire sulla velocità con cui le tue email arrivano in una casella di posta in arrivo dopo aver fatto clic su "Invia". Ad esempio, la qualità dell'elenco degli iscritti, la reputazione del dominio e persino l'ora del giorno o dell'anno possono influire sulla velocità di consegna delle email.

È importante notare che la velocità con cui un'email arriva nella posta in arrivo di un contatto dopo aver fatto clic su Invia potrebbe essere completamente estranea al recapito. Ad esempio, se stai inviando una campagna a un segmento complesso o a un elenco molto grande, potrebbe essere necessario un po' più di tempo per raggiungere la posta in arrivo di un contatto a causa del tempo di elaborazione. Inoltre, un contenuto dinamico complesso o un'automazione configurata in modo errato possono causare ritardi nei tempi di consegna. Ti consigliamo di verificare se uno di questi fattori è in gioco se riscontri un ritardo nell'invio delle email.

Se hai riscontrato un ritardo nell'invio, contatta il nostro team Customer Experience con un esempio specifico di un contatto che ha avuto il ritardo e possiamo aiutarti a determinare esattamente dove si è verificato il rallentamento.

Indirizzo IP condiviso

La maggior parte dei nostri clienti utilizza un pool IP condiviso per inviare le proprie email. Un pool di IP condivisi è costituito da più mittenti che trasmettono i propri messaggi sullo stesso percorso di invio e i clienti con integrità di invio simile sono raggruppati su questi IP. La stragrande maggioranza dei nostri clienti beneficia di questi IP condivisi predefiniti perché hanno un'eccellente reputazione di lunga data con tutti i principali fornitori di posta in arrivo e sono tenuti estremamente caldi. Tuttavia, potrebbero esserci ancora fluttuazioni occasionali nella consegna a causa di un errore onesto commesso da un cliente che condivide il tuo pool di IP. Anche se abbiamo un sofisticato sistema di back-end per aiutare a prevenire il più possibile che ciò accada, c'è sempre un piccolo rischio che tu ne risenta.

Se soddisfi i nostri requisiti, potresti essere idoneo a utilizzare un indirizzo IP dedicato per una commissione di $ 750. Tuttavia, a seconda della tua reputazione e della frequenza con cui invii alla tua lista, avere un IP dedicato può aiutare o danneggiare la tua deliverability.

Ulteriori informazioni sugli indirizzi IP condivisi e dedicati.

La reputazione del dominio di invio

I provider di cassette postali si concentrano sulla reputazione del dominio di invio oltre alla reputazione dell'IP di invio. La reputazione del tuo dominio è determinata da te e dalle tue pratiche di invio. Ad esempio, se invii regolarmente buoni contenuti a un elenco di contatti attivati che interagiscono con (aprono o cliccano) le tue email, è probabile che tu abbia una buona reputazione di dominio. Avere una buona reputazione del dominio di invio porterà a tempi di consegna più rapidi in quanto verrai inserito nello stesso pool di IP di invio condiviso con altri clienti che hanno anche buoni domini di invio.

Puoi utilizzare Google Postmaster Tools per scoprire la reputazione del tuo dominio. Se scopri di avere una reputazione di dominio Media, Bassa o addirittura Cattiva, ci sono dei passaggi che puoi intraprendere per migliorare. Ad esempio, puoi utilizzare il nostro strumento di gestione del coinvolgimento per rimuovere rapidamente i contatti non coinvolti dal tuo elenco e monitorare il coinvolgimento dei contatti nel tempo con le nostre automazioni di tagging del coinvolgimento.

Provider di posta in arrivo

Ogni provider di posta in arrivo è in grado di ricevere messaggi a un tasso diverso. Ad esempio, Gmail è in grado di ricevere una grande quantità di messaggi ogni minuto e invieremo a Gmail a un tasso molto elevato, mentre Yahoo tende ad essere molto più lento. I filtri antispam di Yahoo impiegano molto più tempo per elaborare i messaggi e non possono accettare tanti messaggi al minuto come Gmail, specialmente durante un periodo di punta come un fine settimana di vacanza. Yahoo è molto più suscettibile ai rallentamenti durante i periodi di punta rispetto a Gmail.

Abbiamo messo a punto algoritmi da parte nostra che calcolano il tasso ottimale con cui inviare a ciascun provider di posta in arrivo. Ad esempio, potremmo inviare x messaggi/minuto a Gmail, y messaggi/minuto a Yahoo e z messaggi/minuto a Outlook. Abbiamo migliaia di queste regole impostate per ogni provider di posta in arrivo in modo che tu non invii mai troppo velocemente o troppo lentamente in base alle regole specifiche per quel provider di posta in arrivo. Queste regole sono in costante cambiamento e le modifichiamo costantemente per ottenere prestazioni ottimali.

Qualità dell'elenco

Un elenco di buona qualità è costituito da contatti opt-in a cui invii regolarmente e che interagiscono con (apri e clicca) le tue email. Significa anche avere un elenco con basse frequenze di rimbalzo e nessun reclamo di spam basso. Avere un elenco buono e sano stabilirà un'ottima salute del mittente per te e il tuo dominio. Inoltre, verrai inserito in un pool IP condiviso con altri grandi mittenti, il che contribuirà a velocizzare i tempi di consegna.

Scopri come rimuovere i contatti non coinvolti dall'elenco.

Scopri come monitorare il coinvolgimento con le automazioni di Engagement Tagging. 

Scopri come ridurre un elevato tasso di reclami per spam. 

Questo articolo ti è stato utile?
Utenti che ritengono sia utile: 8 su 17